• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
11 APR 2013

Trofeo CSEN "Cittą di Bari" di Judo tra sport e solidarietą

Ci saranno le più talentuose promesse del judo nazionale alla decima edizione del Trofeo “Città di Bari” del Centro Sportivo Educativo Nazionale in programma sabato 13 e domenica 14 aprile al Palaflorio. Sette le categorie maschili e femminili iscritte (Fanciulli, Ragazzi, Esordienti A, Esordienti B, Cadetti, Juniores e Seniores) con centinaia di atleti provenienti da tutto lo Stivale a sfidarsi sui cinque tatami predisposti nel palazzetto di Viale Japigia per quella che si preannuncia come un’autentica festa per una delle arti marziali più diffuse e praticate in Italia nel pieno spirito di promozione dello sport come caposaldo irrinunciabile dell’educazione della persona tipico dello CSEN. Si comincia sabato 13 aprile a partire dalle 15 con le classi Ragazzi (2002/2003), Bambini (2004/2005) e Fanciulli (2006/2008) divise nei gruppi cintura bianca/arancio e cintura verde/marrone per le categorie maschili e da bianca a marrone per le categorie femminili; domenica 14 aprile a partire dalle 9 sarà la volta delle classi esordienti A e B maschili (anch’esse suddivise nei gruppi cintura bianca/arancio e cintura verde/marrone), esordienti A e B femminili (unico gruppo con cinture da bianca a marrone), cadetti, juniores e seniores maschili (gruppi cintura da bianca e verde e da blu a nera) e cadetti, juniores e seniores femminili (tutte le cinture). Ingresso al pubblico completamente gratuito.

Ma la due giorni barese sarà anche una vera e propria gara di solidarietà: il trofeo “Città di Bari” infatti sostiene l’iniziativa della società Ginnastica Angiulli di Bari con il patrocinio dello CSEN regionale della Paglia e dello CSEN provinciale di Bari “Salviamo Scampìa”, la raccolta fondi volta ad aiutare la palestra del maestro Gianni Maddaloni, padre dell’olimpionico Pino Maddaloni, sita nel popolare quartiere napoletano, da sempre impegnata nella lotta alla devianza minorile nel solco della prevenzione attraverso lo sport e il judo in particolare, che oggi versa in difficili condizioni economiche e rischia la chiusura. Tutti i contributi volontari raccolti durante la manifestazione saranno destinati a salvare quei ragazzi che hanno diritto di avere un sogno nel cassetto.

CONDIVIDI SU: