• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
08 DIC 2012

Liomatic Cus Bari, voglia di bis

Secondo impegno casalingo consecutivo per la Liomatic Group Cus Bari che attende domenica 9 dicembre al Palaflorio (fischio di inizio alle 17) la quotata formazione lodigiana del Casalpusterlengo, appaiata in classifica ai biancorossi cussini a quota 10 punti. Il morale è alto nella truppa di coach Putignano dopo il ritorno al successo dello scorso turno con il Treviglio, un match in cui Ruggiero e compagni hanno mostrato nuovi importanti progressi sia sotto l’aspetto tecnico, sia per quel che concerne il profilo mentale. Il tutto a beneficio dello spettacolo di cui ha potuto godere il caldissimo pubblico del Palazzetto di Japigia, divertito dal bel gioco evidenziato dai propri beniamini. E proprio sulla torcida barese si è soffermato coach Putignano, che si aspetta un ulteriore salto di qualità anche dai sostenitori del team universitario: “Abbiamo bisogno di poter contare sul fattore campo” – la considerazione del tecnico ostunese – “la nostra è una grande struttura e l'impatto è diverso rispetto ai catini ribollenti in cui spesso ci troviamo a giocare. Ci metteremo di impegno per contribuire a continuare a riempirlo, ma abbiamo bisogno anche di un po' di rumore. Ciò detto, bisogna comunque dare atto ai nostri tifosi che quando si mettono d'impegno, sono davvero speciali”. In effetti dopo il periodo di flessione nei risultati registrato a novembre e messo alle spalle proprio con la vittoria al fotofinish con Treviglio, la compagine del capoluogo pugliese si trova nella necessità di sfruttare nel migliore dei modi un dicembre in cui il calendario prevede più gare davanti al pubblico amico che in trasferta, per cercare di stare il più possibile in scia alle prime quattro. “Ora che abbiamo superato il momento di difficoltà che stavamo vivendo e che ci siamo sbloccati psicologicamente siamo un po’ più tranquilli” – continua coach Putignano – “ma il match con Casalpusterlengo è fondamentale e vitale. L’avversario è di quelli da non sottovalutare ed anche se ha avuto un avvio di stagione più complicato di quel che ci si aspettava, il suo valore non è in discussione. Noi però dobbiamo continuare a crescere e a migliorare, dando seguito alle buone prestazioni delle ultime gare e ritrovando continuità nei risultati”. Quale occasione migliore se non quella di farlo con l’aiuto del “sesto uomo in campo”?

CONDIVIDI SU: