• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
20 NOV 2012

Liomatic Cus Bari, l'aria di casa del Palaflorio per curare il mal di trasferta

Una sconfitta, anche se con onore, è pur sempre una sconfitta. Anzi, forse brucia ancor di più. Per questo il match infrasettimanale che vedrà opposta mercoledì 21 novembre al Palaflorio (inizio ore 20.30) la Liomatic Group Cus Bari agli emiliani della Dinamica Generale Mirandola capita a fagiolo per la formazione biancorossa che vuole dimenticare in fretta l’amarezza maturata negli ultimi concitati secondi della gara esterna sul campo della corazzata Omegna. L’ennesima ottima prestazione non premiata dai due punti, sfuggiti al fotofinish con il pareggio di Bonessio vanificato dalla tripla del piemontese Villani sul fil di sirena. Ma non c’è tempo, né voglia di recriminare. Meglio analizzare aspetti positivi e negativi di una gara giocata sul filo del rasoio, individuando gli errori commessi e apportando i necessari correttivi. “Preferisco guardare sempre il bicchiere mezzo pieno” – le parole di coach Putignano, il tecnico ostunese dei cussini – “siamo la miglior difesa del campionato e questo è già un ottimo elemento a nostro favore. Adesso però dobbiamo sforzarci di migliorare nei particolari riguardanti l'attacco e fare in modo di eseguire meglio alcune situazioni offensive con il contributo di tutti. Abbiamo voglia di continuare il nostro cammino in maniera positiva, a prescindere dall'avversario di turno. Non dobbiamo commettere l'errore di guardare solo l'alta classifica: è un campionato in cui contano moltissimo gli scontri diretti e come ti comporti anche quando perdi. Noi lo stiamo facendo a dovere, ora però è il momento di innestare le marce alte”. Magari sfruttando un calendario che fino alla fine del 2012 prevede più esibizioni casalinghe che impegni in trasferta. “Per questo chiedo il sostegno dello splendido pubblico del Palaflorio” – conclude l’allenatore del team barese” –  “dobbiamo vincere quante più gare possibile, a cominciare da mercoledì sera". Al varco c’è il Mirandola, penultima forza del torneo, un ostacolo tutt’altro che insormontabile a guardare la classifica. Ma guai a sottovalutare qualsiasi avversario in questa equilibratissima Divisione Nazionale A: a scottarsi ci vuol niente. 

CONDIVIDI SU: