• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
31 OTT 2019

Novembre 2019: Un contenitore adatto a qualsiasi tipo di evento

Sport, musica, fiere, congressi: a Novembre il Palaflorio mostra tutta la sua duttilità di contenitore adatto ad ospitare qualsiasi tipo di evento, una qualità che lo ha reso negli anni un luogo appetito ed appetibile per manifestazioni di livello nazionale ed internazionale.

E proprio con una kermesse continentale di grande fascino e prestigio comincia il mese: dal 31 ottobre al 3 novembre Bari diventa capitale europea del Taekwondo con i G4 Extra European Championships della disciplina famosa per gli spettacolari calci acrobatici ma resa particolarmente affascinante dalla straordinaria fusione tra esercizio fisico e intelletto che la caratterizza.

239 atleti in rappresentanza di 46 Paesi per il Parataekwondo, 213 lottatori provenienti da 45 nazioni per il Taekwondo: ci saranno proprio tutti al Palaflorio i migliori interpreti europei di una delle arti marziali più diffuse al mondo per numero di praticanti in una competizione che assegnerà punti importanti per la qualificazione alle Olimpiadi del prossimo anno. Potenza, velocità, sacrificio, resistenza al dolore e alla fatica: per gli appassionati baresi, pugliesi e di tutto lo Stivale l’occasione di ammirare dal vivo l’eccezionale talento dei più forti taekwondoki del Vecchio Continente, pronti a gettare il cuore oltre l’ostacolo per salire sul gradino più alto del podio, regalando brividi ed emozioni in combattimenti dal livello tecnico straordinario.  

Grande attesa anche per i tanti azzurri in gara, particolarmente motivati a dare il massimo e a ben figurare davanti al pubblico di casa. Nel Parataekwondo le speranze tricolori sono riposte in particolare sulla classe del casertano Riccardo Zimmermann, campione del mondo in carica, del palermitano Antonino Bossolo, oro agli europei dello scorso anno e di Michele Cianciotto, che nella sua Bari (l’atleta 26enne è nato a Toritto, a pochi chilomentri dal capoluogo pugliese) cercherà di confermare e magari di migliorare l’argento recentemente vinto in Australia ai Global Games. Nel Taekwondo punte di diamante della spedizione azzurra sono il mesagnese Vito Dell’Aquila, già virtualmente qualificato a Tokyo 2020 ma desideroso di migliorare nella sua Puglia il bronzo europeo conquistato nel 2018 e il livornese campione del mondo nella categoria -74 kg. Simone Alessio che scende sul tatami del Palaflorio per confermarsi in campo europeo dopo essere passato alla categoria -80 kg. Da tenere d’occhio anche le prestazioni di Maristella Smiraglia, bronzo ai recenti Mondiali Militari e di Roberto Botta, desideroso di riscattarsi dopo un circuito Grand Prix in cui non è riuscito a salire sul podio.

Sabato 9 e domenica 10 il Palaflorio si conferma casa del Taekwondo regionale e nazionale con i campionati interregionali Puglia 2019 di Forme, Free Style e Parataekwondo, competizione organizzata dal comitato regionale pugliese della Federazione Italiana Taekwondo. 

Dinamicità, tenuta, purezza del gesto tecnico, eleganza dell’azione, espressività, ritmo, equilibrio: sono questi i parametri che vengono valutati dai giudici nelle gare di forme, in cui il taekwondo mette in mostra la sua componente più strettamente filosofica e meditativa, che, unitamente a quella fisica, non certo di minore importanza in questo tipo di esercizio, rende particolarmente affascinante l’arte marziale più popolare al mondo in termini di praticanti.Oggetto della gara l’attuazione di tecniche di braccia, calci e passi codificati che rappresentano combattimenti con avversari immaginari che attaccano da diverse direzioni.

Cinque le specialità previste nella due giorni del Palaflorio, individuale, coppie, team 3, team 5 e free style in cui si cimenteranno atleti di tutte le età e di tutte le categorie, Novizi, Esordienti A e B, cadetti A e B, Junior, Senior A e B e Master su quadrati di gara della dimensione di 8 metri e di 12 metri di lato.

Venerdì 15, riposti i tatami, al Palaflorio si monta il palco per festeggiare i primi venticinque anni di carriera di Daniele Silvestri con “La Terra dal vivo sotto i piedi”, il primo tour nei palazzetti nel percorso artistico di uno dei cantautori italiani più amati ed apprezzati che propone un vero e proprio imperdibile viaggio dagli anni ’90 ad oggi nella sua storia musicale, ma senza mai distogliere lo sguardo dal presente.

In scaletta infatti hanno grande rilievo i brani del suo ultimo lavoro discografico “La Terra sotto i piedi”, dal quale prende il nome la tourneè e che sono diventati già cult tra i tantissimi fans dell’artista capitolino, quali tra gli altri “Argentovivo”, con cui si è aggiudicato il premio della critica all’ultimo festival di Sanremo, “Qualcosa cambia”, “Complimenti ignoranti” e “Tempi modesti”. Ma, pur senza lasciare spazio all’autocelebrazione e alla mitizzazione, non mancano ovviamente i grandi classici del repertorio del popolare “uomo col megafono”, che lo hanno consacrato tra i più brillanti cantautori italiani contemporanei, come “Il mio nemico”, “Salirò”, “Gino e l’Alfetta”, “Testardo”, “La paranza” e tante altre straordinarie hits scritte e portate al successo dall’estroso cantante romano.

Sul palco ad accompagnare Silvestri una superband con musicisti di assoluto valore, quali il chitarrista Adriano Viterbini e Daniele Fiaschi, i batteristi Fabio Rondanini e Piero Monterisi, il bassistaGabriele Lazzarotti, i tastieristiDuilio Galioto e Gianluca Misiti, il percussionista Ramon Caraballo e il sassofonista Marco Santoro, e il rapper Rancore, ospite fisso del tour, che oltre a duettare con lui in “Argentovivo”, impreziosisce con le sue strofe dure e taglienti a alcuni dei brani storici del cantautore capitolino, costituendo un apprezzabilissimo valore aggiunto.

Un concerto di altissimo livello qualitativo in cui tra passato e presente Silvestri dimostra come pur essendo passato un quarto di secolo, il megafono è ancora lì, pronto all’uso, e funziona ancora benissimo.

Domenica 17 i gruppi e le comunità pugliesi della corrente religiosa “Rinnovamento nello Spirito santo” tornano per il nono anno consecutivo al Palaflorio per la loro annuale convocazione regionale, giunta alla trentaquattresima edizione. Sarà il messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale Missionaria “Chi ama si mette in movimento e genera vita” il filo conduttore che animeràla riflessione e la preghiera dei fedeli della corrente di grazia che in oltre quarant’anni di attività ha coinvolto migliaia di persone in nome della “cultura di Pentecoste”, affrontando con stile pastorale e carismatico argomenti di grande interesse ecclesiastico e comunicando un’esperienza di Dio capace di coinvolgere tutto l’essere.

Tema del dibattito l’amore che ci spinge ad uscire da noi stessi, dalle nostre comodità e certezze e lo Spirito Santo, Amore di Dio effuso nei nostri cuori, che ci proietta fuori dal cenacolo di Pentecoste e ci mette in movimento, presupponendo il “Rinnovamento”: generare vita è lo scopo della missione e compito di ogni “missionario”, generare alla fede è generare alla vita nuova.

Di grande rilievo la presenza all’incontro ecumenico di Monsignor Santo Marcianò, Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia, di Luciana Leone, direttore editoriale di Rinnovamento nello Spirito Santo e di Massimo Partipilo coordinatore delle comunità pugliesi di RNS Puglia.

A chiudere un novembre ricchissimo un altro evento di grandissima tradizione nel palinsesto fieristico del Palaflorio: sabato 30 Novembre e Domenica 1 Dicembre sua maestà il Gatto torna nuovamente in mostra nel contenitore sportivo-culturale del capoluogo pugliese nella Christmas Edition dell’Esposizione Internazionale Felina di Bari.

Organizzata dal Club ’94 sotto l’egida dell’ANFI (Associazione Nazionale Felina Italiana) e della FIFe (Federazione Internazionale Felina) e con il patrocinio della Città Metropolitana di Bari, la rassegna vi farà ammirare i gatti più belli di tutte le razze riconosciute dalla Federazione Internazionale Felina, fare shopping a tema tra numerosi stand per appassionati gattofili e non e scoprire l’irresistibile magia che da sempre circonda l’amico a quattro zampe più divinizzato e al tempo stesso demonizzato che ci sia. La manifestazione prevede anche alcuni concorsi speciali: sabato 30 novembre è in programma il “The red show”, un vero e proprio festival dedicato ai gatti rossi, crema e tortie di tutte le razze, con giudici internazionali che sceglieranno i migliori soggetti; a seguire il “Best in Show” riservato ai gatti Persiani ed Esotici; domenica 1 dicembre invece in gara ci saranno i gatti innamorati della “Speciale Romeo & Giulietta”, in cui gli esemplari concorreranno in vere e proprie coppie, un maschio e una femmina, con in palio un fantastico premio per la coppia vincitrice; a seguire il classico appuntamento con il “Best in Show”che vede come protagonisti i gatti sacri di Brimania,nella competizione organizzata in collaborazione con l’A.GA.BI, associazione amatori Gatti Sacri di Birmania. Infine, sempre domenica 1 dicembre, in programma il primo raduno dei gatti di razza Bengal, grande novità dell’edizione 2019 dell’esposizione internazionale felina di Bari, evento ideato e creato con il sostegno del Club Italiano Bengal.

Novembre 2019: eventi di ogni tipo al Palaflorio! 

CONDIVIDI SU: