• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
31 MAR 2012

Liomatic Group Cus Bari, ultima chiamata

Sospesa sulla sottile linea rossa tra sogno ed incubo: la Liomatic Group CUS Bari si gioca negli ultimi quaranta minuti casalinghi contro la Consum.it Siena (fischio di inizio domenica alle 18) le residue chance di accedere agli spareggi-promozione di fine stagione, ma anche la certezza di evitare l’amara appendice dei play-out. Scherzi dell’affascinante ma per certi aspetti anche controversa formula del campionato di Divisione Nazionale A, che volge al termine. Quel che è certo è che Morena e compagni, reduci da quattro sconfitte consecutive che hanno complicato maledettamente un cammino che stava andando forse persino aldilà delle più rosee aspettative, nell’ultima esibizione della regular season davanti al proprio pubblico devono assolutamente vincere, per festeggiare la matematica salvezza e per sperare di vivere ancora il sogno playoff, cosa che accadrebbe qualora i cussini ottenessero quattro punti nelle due gare conclusive e contemporaneamente Latina rimanesse a bocca asciutta. Ma è inutile avventurarsi in calcoli complicati, secondo coach Putignano. “Dobbiamo concentrarci sulla prossima partita senza pensare ad altro” – il parere del tecnico ostunese della formazione barese – “ai rammarichi, alle occasioni perse, non servirebbe a nulla. Domenica ci sono in ballo tante cose, a cominciare dalla nostra capacità di tornare alla vittoria. Conquistiamo i due punti e solo dopo guardiamo i risultati delle altre. Il futuro? Non possiamo ancora fare ragionamenti a lungo termine. Per indole combattiamo e combatteremo sempre per il raggiungimento del massimo risultato. Poi dal 15 aprile, se la situazione non dovesse risultare positiva, faremo i conti e vedremo quello che abbiamo sprecato e lasciato per strada". L'ultima battuta è dedicata ai tifosi, che domenica torneranno al PalaFlorio, dopo gli spiacevoli episodi post-partita, provocati la scorsa settimana dai supporters del Napoli: "Siamo coscienti del fatto che non abbiamo responsabilità con i fatti seguiti al match con i partenopei” - ha concluso Putignano – “abbiamo bisogno della nostra solita presenza di pubblico che ci possa dare la spinta necessaria al raggiungimento di un risultato positivo. Noi promettiamo che non ci arrenderemo sino all'ultimo". E comunque vada sarà una festa: la società biancorossa, proprio per allontanare le poco edificanti immagini del dopo Cus Bari-Napoli ha annunciato tante sorprese per chi vorrà tornare a godersi, famiglie con bambini in primis, il Teatro del Basket.

CONDIVIDI SU: