• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
04 MAG 2019

Maggio 2019: Un continuo viavai di eventi straordinari

Avevamo definito aprile 2019 il mese dei record per il numero e la qualità di manifestazioni ospitate dal Palaflorio. Ma i record, si sa, sono fatti per essere battuti. E a battere aprile 2019 ci pensa già maggio 2019: il mese barese per eccellenza, quello del Santo Patrono della città, al Palaflorio è un continuo viavai di eventi straordinari, con ben 5 concerti, 3 manifestazioni sportive di livello nazionale e internazionale e 14 giornate di apertura al pubblico.

Si comincia martedì 7 con il concerto che Tommaso Paradiso e i Thegiornalisti avevano promesso ai loro fans dopo che nell’esibizione dello scorso 2 aprile al Palaflorio la performance canora del frontman della band romana era stata fortemente limitata da una fastidiosa e invalidante laringotracheite. Detto, fatto: per la quarta volta il gruppo musicale italiano più in voga del momento riporterà il meraviglioso "Love Tour" nel contenitore sportivo-culturale del capoluogo pugliese per una nuova imperdibile serata di grande musica e di divertimento con l’obiettivo di far ballare e cantare a squarciagola il pubblico dall’inizio alla fine.

Obiettivo facilmente raggiungibile con una scaletta incentrata sui grandi successi che hanno consentito alla band guidata da Tommaso Paradiso di fare il definitivo salto mainstream:  da “Completamente” a“Questa nostra stupida canzone d’amore”, da “Riccione” a "Felicità Puttana”, passando per  “New York”, "Fatto di te", "Controllo", "Il tuo maglione mio" e "Vieni e cambiami la vita". Ma c’è spazio anche per i brani più malinconici ed esistenzialisti, come, tra gli altri, "Love", "Sold out", "L'ultimo grido della notte", "Io non esisto",  "Proteggi questo tuo ragazzo" e “Dr. House”.

Una produzione imponente ed ambiziosa per un live tutto da vivere: il passaggio dai palchi dei club a quello dei palazzetti per i Thegiornalisti è ormai definitivamente completato.

Giovedì 9 e venerdì 10, dopo la splendida serata del 29 marzo scorso, Alessandra Amoroso torna al Palaflorio con “10”, il concerto che prende il nome dal suo ultimo album uscito lo scorso ottobre e già insignito del disco di platino. Una sorta di regalo che l’amatissima cantante salentina ha voluto fare ai suoi numerosissimi fans e un po’ anche a se stessa (il titolo del disco e del concerto si può leggere anche come “io”), per celebrare i 10 anni di carriera, raccontandosi in un live carico di emozioni in cui ad essere protagoniste sono le canzoni, le ballate d’amore che l’hanno resa vincente negli anni come esempio di bel canto melodico italiano, e i pezzi pop dal ritmo più sostenuto in cui è ancora più evidente la sua evoluzione di artista.

Circa due ore di show con una scaletta ricchissima che comprende sia le hits dell’ultimo lavoro discografico, tra cui “La stessa”, “Trovare un modo”, “Forza e Coraggio”, "Dalla tua parte", sia i capisaldi del suo repertorio, da “Ti aspetto” a “Amore Puro”, passando per “Stupida”, “Vivere a colori”, "Stupendo fino a qui", "Immobile" e tanti altri straordinari successi, in un vero e proprio viaggio all’interno di una carriera che ha imboccato la strada di una piena maturità, ma senza rinunciare alla propria tradizione, al proprio sentire, alla propria identità di interprete dei sentimenti semplici, quotidiani ed emotivamente forti.

Un concerto che, come accade per il disco di cui costituisce l’ideale completamento, racconta una storia fatta di momenti che fotografano un io, quello di una donna che guarda avanti senza dimenticare da dove è partita, mantenendo intatti i suoi valori e continuando a cantare l’amore, la normalità, le piccole cose quotidiane con la sua voce graffiante ed emozionante. Per la felicità dei suoi tantissimi estimatori che in questa identità si riconoscono.

Lunedì 13 e martedì 14 tocca ad un altro dei cantanti italiani più amati e apprezzati dell’ultimo decennio salire sul palco del Palaflorio: a quattro anni esatti dalla sua ultima esibizione nel palazzetto del capoluogo pugliese, Marco Mengoni delizierà i suoi numerosissimi fans con il suo “Atlantico Tour”, il concerto che trae il nome da quello del suo ultimo album in studio, uscito nel novembre scorso e già doppio disco di platino, uno show spettacolare, elegante e pieno di calore, che, nello spazio di circa due ore, racconta tutta l’evoluzione e crescita artistica del cantante  di Ronciglione.

In scaletta venticinque brani più un medley, suddivisi in tre parti: si comincia con “Muhammad Alì”, uno dei singoli tratti da “Atlantico” e con alcuni dei pezzi più pop della  produzione del cantante laziale, quali “Voglio”, “Ti ho voluto bene veramente”, “In un giorno qualunque”, “Atlantico” e “Pronto a correre”; poi si passa a  brani dai toni più caldi come “Buona Vita”, “Proteggiti da me”, “Dialogo tra due pazzi” e “Graceland”, a chiudere il live un gran finale con alcuni dei capisaldi del suo repertorio quali, tra gli altri, “Guerriero”, “L’essenziale”, “Credimi ancora” ed “Esseri umani”.

 

Ne scaturisce un live ricco di energia, curato nei minimi dettagli. Ma alla fine ciò che emerge, sublime, è il talento cristallino dell’artista laziale che entusiasma il suo pubblico con il suo timbro tipicamente soul, la sua straordinaria estensione vocale, la sua duttilità interpretativa e la padronanza del mezzo vocale in un imperdibile viaggio nella sua musica.

Smontato il palco, giovedì 16 e venerdì 17 il parquet del Palaflorio diventa teatro delle finali nazionali dei campionati studenteschi di pallavolo 2018/2019, con l’annunciata presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti: le migliori squadre delle scuole secondarie di secondo grado d’Italia, capaci di superare le fasi provinciali e regionali, si sfideranno in gare al meglio dei due set su tre sul parquet della struttura sportivo-culturale del capoluogo pugliese in un meraviglioso clima di gioia e condivisione per conquistare l’ambito titolo nazionale. Ma a vincere saranno i valori più veri dello sport, dell’amicizia, dello stare insieme in modo sano, dando prova una volta in più del ruolo decisivo che l’attività sportiva riveste nello sviluppo della personalità individuale di ciascun giovane.

Sabato 18 e domenica 19 si rinnova la grande tradizione dello Judo targato CSEN al Palaflorio con i Trofei "Giovani Samurai" e Città di Bari": sui quattro tatami montati sul parquet del palazzetto di viale Archimede centinaia di piccoli lottatori provenienti da tutto lo Stivale metteranno in mostra il loro talento in quella che, nel pieno spirito di promozione dell’attività fisica come elemento irrinunciabile della formazione della persona tipico del Centro Sportivo Educativo Nazionale, sarà, prima ancora che una competizione,un' autentica festa dedicata ad una delle arti marziali più diffuse e praticate in Italia.

Si comincia sabato 18 a partire dalle 14.30 con i piccoli atleti delle categorie Bambini, Fanciulli e Ragazzi impegnati nel torneo “Giovani Samurai”, manifestazione propedeutica-sportiva che ben si inserisce nella prospettiva di promozione dei valori educativi dello sport. Saranno premiati tutti i partecipanti e le prime cinque società classificate nelle categorie Fanciulli e Ragazzi.

Domenica 19 maggio, a partire dalle 9 del mattino, di scena invece i più esperti judoka delle categorie maschili Esordienti A, Esordienti B e Cadetti che si contenderanno il trofeo “Città di Bari” secondo la formula del torneo individuale con eliminazione diretta: i piazzamenti dei singoli atleti assegneranno i punti sulla base dei quali si stilerà la classifica a squadre che stabilirà la società che si laureerà campione. Previsti premi anche per le società che si piazzeranno tra il secondo e il quinto posto.

Martedì 21 spazio nuovamente alla grande musica con il “Pop Heart Tour” di Giorgia, il concerto che trae il nome dal primo disco di cover della fuoriclasse romana, uscito nel novembre scorso con l’obiettivo dichiarato di far conoscere il suo amore per la musica e il suo percorso di “ascoltatrice”.

Percorso che si intreccia perfettamente con quello della sua straordinaria carriera dando luogo ad una scaletta tutta da ascoltare che mette insieme brani culto quali, tra gli altri,“Sweet Dreams” degli Eurythmics, “I feel love” di Donna Summer, “Easy” dei Commodores, “Una storia importante” di Eros Ramazzotti,“Anima” di Pino Daniele,“Le tasche piene di sassi” di Jovanotti, “Gli ostacoli del cuore” di Elisa con gli strepitosi successi che hanno costellato il curriculum artistico dell’artista capitolina come “E poi”, “Di sole e d’azzurro”, “Strano il mio destino”, “Un amore da favola”, “Vivi davvero”, “Oronero” e “Tu mi porti su”.

Oltre due ore e mezza di live ricco di pathos e di intensità, grazie al talento immenso di Giorgia e della sua band e ad una produzione con un impianto scenico e sonoro di altissimo livello, con giochi di luce e visual, che accompagnano i momenti più significativi contribuendo a creare i giusti stati d’animo, e una passerella che consente alla cantante capitolina di avvicinarsi il più possibile al suo pubblico: la capacità di Giorgia di ‘illuminare l’anima’, con la sua voce, la sua simpatia e la sua umanità, in una cornice di ironia e leggerezza, non potrà che conquistarlo.

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 a dare spettacolo sul parquet del Palaflorio saranno i fenomenali atleti del Bari Open di danza sportiva, competizione di livello internazionale, organizzata dalla scuola capursese Teo Club e patrocinata dalla World Dance Sport Federation e dalla Federazione Italiana Danza Sportiva per il quinto anno consecutivo ospitata dalla struttura sportivo-culturale del capoluogo pugliese che tornerà a trasformarsi in un’immensa sala da ballo.

In gara dame e cavalieri di tutte le età e di tutte le classi, dalla D (categoria promozionale propedeutica all’agonismo) alla AS (il più alto livello agonistico con tecnica avanzata), provenienti da ogni parte del mondo, pronti a sfidarsi e a mettere in mostra il loro straordinario talento cimentandosi nei più scatenati ritmi che consentono al corpo di muoversi e alla mente di sognare per dare luogo al consueto meraviglioso spettacolo di arte e sport, musica e colore.

A concludere un mese ricchissimo di eventi di altissimo livello un altro concerto attesissimo: giovedì 30 Umberto Tozzi e Raf tornano ad esibirsi insieme in un live che non mancherà di far ballare e cantare a squarciagola il pubblico barese, pugliese e di tutto il sud Italiacon una scaletta che ripercorre le loro impressionanti carriere, ricche di canzoni che hanno segnato diverse epoche: da “Gloria” aSelf control”, passando per  “Cosa resterà degli anni ‘80”, “Si può dare di più” “Il battito animale”, “Ti amo”, “Infinito”, “Se non avessi te”, “Ti pretendo”, “Stella stai”, “Gente di mare” ed altre straordinarie hits, una vera e propria raccolta di successi rimasti indelebili nel tessuto emotivo di milioni e milioni di ammiratori di tutte le età.

E ad impreziosire questa meravigliosa sintesi del percorso artistico di questi due giganti del pop tricolore, amici nella vita e compagni di avventura in diversi momenti delle loro carriere, il brano che ha riportato le loro strade ad incrociarsi, “Come una danza”: un inedito il cui testo è firmato da Raf su musica realizzata con Saverio Grandi e Vincenza Casati, singolo grande protagonista del disco “Raf Tozzi”, uscito lo scorso novembre e che raccoglie le meravigliose perle del loro repertorio alternate in ordine cronologico.

Tra nostalgia e modernità, quella tra i due artisti che rappresentano insieme un pezzo di storia della musica leggera italiana è una reunion assolutamente imperdibile, un’occasione unica per fare il pieno di musica, emozioni e divertimento andando a spasso nel tempo dagli anni ottanta a oggi.

Maggio 2019: al Palaflorio è un continuo viavai di eventi straordinari.

CONDIVIDI SU: