• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
05 GEN 2019

BCC Castellana Grotte: Anno nuovo, vita nuova?

Il 2019 della BCC Castellana Grotte comincia con un buon proposito assolutamente da realizzare: cancellare un 2018 tutt’altro che da ricordare, con una sola vittoria su 27 match disputati in SuperLega. La prima occasione per provarci è quella data dal match del giorno della Befana al Palaflorio con la Kioene Padova, nona forza del campionato.

Una gara da far diventare l’inizio di una svolta per la stagione del team gialloblù che proverà a giocarsi le proprie carte davanti al proprio pubblico, in casa, dove ha conquistato il magro bottino fin qui raccolto, cinque punti frutto di altrettanti stop al tie-break, con le corazzate Modena e Trento messe alle corde e le grandi recriminazioni delle gare con Verona, Monza e soprattuto Vibo. Un percorso, fatto di sole sconfitte che si sta cercando di invertire grazie alla nuova guida tecnica di Vincenzo Di Pinto e ad una società che crede ancora di poter riuscire nel miracolo di restare in Superlega affidandosi a quei giocatori scelti in estate. In un campionato nel quale già tanti sono stati i nuovi innesti da parte di altre società, la giusta opportunità di mercato (che significa anche non sperperare danaro per una seconda scelta) non è arrivata per i colori pugliesi ed allora si va avanti così, "confermando la fiducia ai nostri attuali giocatori"come affermail Ds della New Mater, Bruno De Mori.

Si riparte allora dalla sfida con Padova, da considerare, statistiche alla mano, alla portata della formazione della città delle Grotte, con la buona notizia che gli infortunati hanno smaltito quasi del tutto i vari acciacchi: De Togni (problema alla spalla) sta molto meglio, così come Falaschi, che ha risolto la contrattura alla coscia. Ed anche Kruzhkov (il vice Renan) è ormai disponibile al 100%. Infermeria vuota, dunque, e grande voglia di riscatto e di vittoria: la troveranno, i ragazzi di Di Pinto, nella calza della Befana?

Arbitri dell’incontro i signori Zavater di Roma e Gasparro di Salerno, fischio di inizio alle 18: ci sarà da divertirsi!

CONDIVIDI SU: