• IL PALAFLORIO: Concerti - Spettacoli - Eventi Sportivi a Bari
17 MAR 2011

Palaflorio di Bari, oggi il taglio del nastro

BARI - Sembrava ormai abbandonato, e per quasi otto anni è stato un monumento alla memoria, ma finalmente, dopo i lavori di ristrutturazione il Palaflorio di Bari è tornato a nuova vita. Chiuso nel 2003 per problemi di agibilità, e al centro di contenziosi circa la sua gestione, il palazzetto è di nuovo dei baresi: 5mila posti, nuovi sistemi antisismici, aria condizionata e acustica impeccabile, in vista degli spettacoli e dei concerti, la struttura del quartiere Japigia è stata ufficialmente inaugurata. Al taglio del nastro, tra le tante autorità, il sindaco Michele Emiliano, monsignor Francesco Cacucci e l’assessore allo sport del Comune di Bari, Elio Sannicandro. Un tempio dello sport, unico in Puglia, e un parquet con il quale la nazionale di pallacanestro ha già preso confidenza. Durante l’inaugurazione del Palaflorio, infatti, l’Italbasket ha continuato gli allenamenti in vista delle gare con Lettonia, Israele, Finlandia e Montenegro che vale il lasciapassare per gli Europei di Lituania 2011.

Sembrava ormai abbandonato, e per quasi otto anni è stato un monumento alla memoria, ma finalmente, dopo i lavori di ristrutturazione il Palaflorio di Bari è tornato a nuova vita. Chiuso nel 2003 per problemi di agibilità, e al centro di contenziosi circa la sua gestione, il palazzetto è di nuovo dei baresi: 5mila posti, nuovi sistemi antisismici, aria condizionata e acustica impeccabile, in vista degli spettacoli e dei concerti, la struttura del quartiere Japigia è stata ufficialmente inaugurata. Al taglio del nastro, tra le tante autorità, il sindaco Michele Emiliano, monsignor Francesco Cacucci e l’assessore allo sport del Comune di Bari, Elio Sannicandro. Un tempio dello sport, unico in Puglia, e un parquet con il quale la nazionale di pallacanestro ha già preso confidenza. Durante l’inaugurazione del Palaflorio, infatti, l’Italbasket ha continuato gli allenamenti in vista delle gare con Lettonia, Israele, Finlandia e Montenegro che vale il lasciapassare per gli Europei di Lituania 2011.

 

FONTE: antennasud.com

CONDIVIDI SU: